La sillaba cinese: iniziali, finali e toni

La sillaba è l'elemento base della lingua cinese. Ogni sillaba, cui corrisponde un ideogramma, è formata da un'iniziale e una finale.
Per esempio: haoH iniziale
                                  AO finale

Iniziali
Le iniziali nella lingua cinese sono 21 e sono per la maggior parte composte da consonanti singole o, in un numero ristretto di casi, da gruppi, sempre di consonanti. Molte delle lettere che incontreremo (m-f-n-l-z-s), hanno la stessa pronuncia italiana. Altre  (b-d-g), sono lievemente diverse o sono aspirate (p-t-k-h), per pronunciarle correttamente si emetterà aria. Altre ancora non sono presenti nel nostro alfabeto o si pronunciano in maniera del tutto diversa da ciò che ci aspetteremo (j-q-x-c-zh-ch-sh-r).
 

bb o p senza emettere aria
pp con emissione di aria 
 mm
f f
 dd o t senza emettere aria 
tt con emissione di aria 
 nn
l l
 g g o c (dura come in 'casa') senza emissione di aria
 kc (dura come in 'casa') con emissione di aria 
 hcome in inglese, con emissione di aria 
jg (dolce come in 'giallo') pronunciata avanti con la punta della lingua verso i denti inferiori 
qc (dolce come in 'Cina') pronunciata avanti con la punta della lingua verso i denti inferiori e con emissione di aria 
 xs (tendente al suono 'sci') pronunciata con la punta della lingua verso i denti inferiori  
 zz sonora come in 'zero' 
 cz sorda come in 'tazza' e con emissione di aria 
 s s
 zhg (dolce come in 'giallo') pronunciata con la punta della lingua girata verso l'alto 
 chc (dolce come in 'Cina') pronunciata con la punta della lingua girata verso l'alto e con emissione di aria 
 shsc (come in 'scialle') pronunciata con la punta della lingua girata verso l'alto 
 rpronunciata a metà tra la j francese e la r inglese 


Finali
Le finali sono 38 e possono essere composte da vocali, gruppi vocalici o gruppi vocalici più consonanti.

 a a
 o(u)o 
 e come nel francese: le
 i (1)dopo s, c, z, sh, ch, zh, r non si pronuncia 
 er(ae)r pronunciata con la punta della lingua verso l'alto 
 aiae (la “i” tende ad essere una “e”)  
 eiei 
 aoao 
 ouou (la o chiusa) 
 anan (la “a” tende ad una “e”) 
 enen 
 angan (con la “n” molto nasale)
 engcome nell'inglese “sung” 
 ongo(u)n (con la “n” molto nasale)  
 i (2)i
 iaia
 iaoiao
 ieie
 iu iu
 ian ien
 in in
iangian (con la “n” molto nasale)
ingin (con la “n” molto nasale) 
iongi(o)un (con la “n” molto nasale) 
uu
uaua
uo uo
uai ua(e)i
ui u(e)i
uan ua(e)n
unu(e)n 
uanguan (con la “n” molto nasale)
uengu + eng (vedi sopra)
üü
üeüe
üanüen
ünün
 

Toni
La sillaba viene infine completata da un tono, una modulazione della voce. Imparare a distinguere i toni è molto importante perché alterando il tono di una sillaba, se ne altera anche il significato, come potete vedere nello schema. Nella lingua cinese i toni possono essere di 4 tipi e conviene memorizzare i segni che li contraddistinguono.

1° tono:lāopescare
2° tono:láofatica, duro lavoro
3° tono:lǎovecchio
4° tono:làoallagato
 

Se dovessimo inserire in un pentagramma l'andamento melodico dei quattro toni potremmo raffigurarlo proprio come indicato nell'immagine in alto a sinistra. Cliccate la foto, s'ingrandirà, e vedrete chiaramente schematizzati i vari toni cinesi.

Torna all'indice

Condividi su

Trova il nome difficile da pronunciare

Iscriviti alla newsletter

Seguici su

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie. Se procedi con la navigazione e ascolti le pronunce, acconsenti all’utilizzazione. Accetto Ulteriori Informazioni