Ti amo in tutte le lingue

Pubblicata in: News 30/01/2018

Ti manderò un bacio con il vento e so che lo sentirai, ti volterai senza vedermi ma io sarò lì
Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca in un cielo infinito, per seguirti ovunque e amarti ogni istante
Se sei un sogno non svegliarmi, vorrei vivere nel tuo respiro
Mentre ti guardo muoio per te, il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa in tutto quello che c'è di bello
Dimmi dove sei stanotte, ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso arrivare fino al cuore
Vorrei arrivare fino al cielo e con i raggi del sole scriverti ti amo
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano il tuo profumo!
Vorrei fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi. 

(Il bacio di Pablo Neruda)

Il 14 Febbario è San Valentino. Dimostrate alla persona che amate tutto il vostro amore e ascoltate come e quando viene detto ti amo nel resto del mondo

Pronuncia I love you: ti amo in inglese
Ti amo in inglese, suona bene, è facile da pronunciare e, talvolta, suona meno impegnativo di un nostro ti amo. Sarà perché gli anglosassoni amano tutto: I love tea, I love New York, I love your dress, I love my husband, I love my dog… Questa disinvoltura nasce dal fatto che Love racchiude una gamma più ampia di sentimenti, che vanno dall’affetto per un amico all’attaccamento più profondo, come quello per un figlio; dall’amore per un’altra persona, fino alla passione e all’attrazione sessuale. Per questo motivo, il Valentine’s Day, nel mondo che parla inglese, non è solo la festa degli innamorati come in Italia, ma è anche la celebrazione dell’affetto per gli amici, per i parenti, per i compagni di scuola… I love you!

Pronuncia Je t'aime: ti amo in francese
I francesi, come gli italiani, sono abbastanza timidi quando si tratta di dichiarare il proprio amore al partner. Pare che il dolce e sensuale Je t'aime si senta pronunciare poco dai cugini francesi. Poco persino a Parigi, considerata la città più romantica del mondo. Se siete fidanzati con un/una francese, magari non vi dirà Je t'aime, ma se vi porterà a Montmartre a vedere Le Mur des Je T'aime è come se ve lo avesse detto. Il Muro dei ti amo è un’opera artistica di 10 metri per 4, progettata dall’artista Frédéric Baron, dove è stato scritto ti amo in più di 300 lingue del mondo.

Pronuncia Te quiero o Te amo: ti amo in spagnolo
In Spagna Te quiero significa ti desidero, ti voglio, ma anche ti voglio bene. L’espressione è certamente più usata di Te amo che esprimerebbe invece un amore più profondo, esattamente lo stesso che intendiamo noi italiani con il nostro ti amo. Ora, a quanto pare, il caliente maschio spagnolo (a differenza delle donne spagnole che sono più espansive anche con le parole), è un po’ stitico con i Te amo e predilige invece pronunciare Te quiero

Pronuncia S'agapo: ti amo in greco 
In Grecia, S'agapo vuol dire ti amo: il sostantivo agape significa amore. Attenzione, però, con agape si intende un amore puro, un amore dell’anima... più platonico che fisico. Questo perché agape in greco antico era l’amore fraterno, l’amore verso Dio. Per il resto ci si appellava a Eros, più sensibile alla bellezza e più terreno negli impulsi. C’è da dire che pian piano, S'agapo è diventato meno spirituale e più carnale… quindi è sempre un piacere sentir pronunciare S'agapo.

Pronuncia Milují tě: ti amo in ceco 
I nativi della Repubblica Ceca non sono famosi per i loro amori passionali o per pronunciare facilmente Milují tě, ti amo in ceco, però se avete letto tutti quanti L'insostenibile leggerezza dell'essere di Milan Kundera, ricorderete la frase che ci ha ha fatto sognare: L'amore non si manifesta col desiderio di fare l'amore (desiderio che si applica a una quantità infinita di donne) ma col desiderio di dormire insieme (desiderio che si applica ad un'unica donna). Se rimane a dormire, dunque, chi se ne frega se non pronuncia  Milují tě. I fatti valgono più delle parole.

Pronuncia Milujem ťa: ti amo in slovacco
Parlando di Slovacchia, avremmo voluto risparmiarvi questa banalità, ma non ce l’abbiamo fatta: per alcuni l'amore è ceco, per altri è slovacco… Citazione anonima trovata su Facebook. Non ci offendiamo dunque se abbandonerete immediatamente le nostre pagine, prima però ascoltate la pronuncia di ti amo in slovacco Milujem ťa

Pronuncia Seni seviyorum: ti amo in turco
In Turchia, come in Italia, San Valentino non è la festa dell’amore e dell’amicizia, come nei paesi anglosassoni, ma è la celebrazione dell'amore, quello degli innamorati. La curiosità è che ti amo in turco, Seni seviyorum, è nella forma verbale presente progressivo: significa che ti sto amando adesso… domani però non lo so. Nel frattempo, pronunciate Seni seviyorum.

Pronuncia Kocham cię: ti amo in polacco
La Polonia è un paese con un altissimo tasso di romanticismo, ma sia gli uomini sia le donne sono molto riservati nell’esprimerlo. Non si pronunceranno molti Kocham cię, però si continueranno ad attaccare lucchetti sui parapetti dei ponti sui principali fiumi del paese, lucchetti che testimoniano l’amore eterno delle coppie.

Pronuncia Ich liebe dich: ti amo in tedesco
In Germania, come in Italia, San Valentino non è per festeggiare l'amicizia, ma l'amore. E pare che i tedeschi sentano in particolar modo questa festa... e non solo loro: anche gli stranieri che vivono in Germania hanno di che festeggiare. Secondo uno studio inglese di qualche hanno fa, la Germania era risultata uno dei posti migliori per trovare l’amore quando si è in trasferta. Questo non è per l’alto tasso di romanticismo dei tedeschi, ma solo perché conoscendo molte lingue straniere, i tedeschi sono favoriti nel conoscere, nel conversare e nel far innamorare anche chi arriva dall’estero. Insomma, pare che ti amo lo sappiano già pronunciare in tutte le lingue.

Pronuncia Ik hou van jou: ti amo in olandese
Dopo una breve ricerca in internet, sembra che in Olanda il romanticismo non esista, sia da parte degli uomini sia da parte delle donne. Dunque sono pochi i Ik hou van jou pronunciati, pochi i fiori o le sorprese per San Valentino. In compenso il maschio olandese è un femminista e tratterà la partner da pari, sempre e comunque… anche quando c’è da spartirsi il conto al ristorante.

Pronuncia Jag älskar dig: ti amo in svedese
Come in Olanda, anche in Svezia il romanticismo latita, poche le manifestazioni d'amore a San Valentino. Questo perché nei paesi nordici, così avanzati dal punto di vista della parità dei diritti, persino la semplice galanteria viene vista come un attentato alle pari opportunità. Jag älskar dig insomma si pronuncia a fatica. Ma alla fine, ciò che conta è il rispetto quotidiano, più che i fiori e i cioccolatini una volta all'anno.

Pronuncia Minä rakastan sinua: ti amo in finlandese
Anche in Finlandia, così come nelle terre del nord Europa, il romanticismo sembra un po’ surgelato. Come nei paesi attigui, lo studio delle lingue straniere è molto avanzato, tutti parlano parecchie lingue… così nasce la battuta delle donne finlandesi: gli uomini finlandesi sanno rimanere in silenzio in più lingue. Quindi si pronunceranno pochi Minä rakastan sinua e la festa di san Valentino, nei paesi del ghiaccio, diventa la ricorrenza che celebra più l'amicizia che l'amore. 

Pronuncia Jeg elsker deg: ti amo in norvegese
Anche in Norvegia, come in tutti gli altri paesi scandinavi, l’amore si basa su una totale parità dei sessi. Romanticismo poco, ma in compenso, anche qui, pieno rispetto reciproco. In Norvegia, però, complice il consumismo, da pochi anni la Festa di san Valentino, chiamata anche la Giornata di tutti i cuori (Alle hjerters dag), è diventata una ricorrenza dedicata a chi si ama. Pur senza grandi eccessi, qualche piccolo regalo, un mazzo di fiori, un’uscita a cena e un Jeg elsker deg ben pronunciato sono diventate pratiche comuni anche nella fredda atmosfera norvegese.

Pronuncia Szeretlek: ti amo in ungherese
Per farsi un’idea sul romanticismo in Ungheria basta leggere qualche verso del poeta nazionale Sándor Petõfi, su come può essere vissuto l’amore in Ungheria:
Io sarò albero se ti farai
fiore d’un albero:
se rugiada sarai mi farò fiore.
Rugiada diverrò se tu sarai
raggio di sole:
così, mio amore, noi ci uniremo.
Se, mia fanciulla, tu sarai cielo,
io diverrò, allora, una stella:
se, mia fanciulla, tu sarai inferno,
io per amarti mi dannerò
Dopo l’intensità di questi versi, pronunciare Szeretlekti amo in ungherese, suona davvero romantico.

Pronuncia Ya lyublyu tebya: ti amo in russo
Ti amo in russo Ya lyublyu tebya, più che una dichiarazione d’amore sembra uno scioglilingua. Da una piccola ricerca su internet sembra che in Russia il romanticismo sia molto intenso. Gli uomini russi sono molto galanti, aprono le portiere dell’auto, regalano fiori e pagano tassativamente il conto al ristorante. Le donne russe apprezzano e contraccambiano con tanta femminilità e pronunciando tanti Ya lyublyu tebya. Ricordatevi però: in Russia l’amore si festeggia l’8 luglio: giornata dell’amore, della fedeltà e della famiglia.

Pronuncia Amo você: ti amo in brasiliano
In Brasile, il giorno dedicato agli innamorati non è il 14 febbraio, ma il 12 giugno, e si chiama Dia dos namorados. La data è quella della vigilia della festa di Sant’Antonio, santo che tradizionalmente sembra essere in grado di far innamorare le persone, insomma, una sorta di Cupido brasiliano che fa pronunciare innumerevoli Amo você

Pronuncia Amo-te: ti amo in portoghese
In Portogallo, contrariamente ai cugini brasiliani, gli uomini sono meno espansivi e molto più riservati nell’esprimere i loro sentimenti. Sono anche più attaccati alle tradizioni e rispettano maggiormente i ruoli diversi tra i sessi: lui si aspetterà che la donna amata diventi una perfetta padrona di casa, in compenso lei pretenderà che lui si comporti da uomo nel senso più tradizionale del termine: che le pronunci tanti Amo-teche sia galante, che paghi il conto e le tenga aperta la portiera dell’auto.

Pronuncia Te iubesc: ti amo in rumeno
In Romania la festa degli innamorati non è il 14 febbraio ma il 24 febbraio ed è dedicata a Dragobete, una sorta di Cupido, un dio dell’amore e della fertilità della tradizione pagana rumena, che faceva in modo che tutti gli animali si accoppiassero alle porte della primavera. Di questi tempi, fa sì che si pronuncino tanti Te iubesc  

Pronuncia Të dua: ti amo in albanese
Nonostante la festa di San Valentino in Albania non faccia parte delle tradizioni del paese, ora il 14 febbraio è diventato il giorno in cui si festeggia l’amore e l’amicizia, in cui si fanno regali e si dimostra tutto il proprio amore ai partner. Grazie al consumismo globale è aumentato il numero di Të dua pronunciati con ardore.

Pronuncia Kimi o aishiteiru: ti amo in giapponese
Nonostante si sappia che in Giappone le effusioni amorose, almeno in pubblico, sono alquanto limitate, incredibilmente si festeggiano due giornate di San Valentino. La prima è il solito 14 febbraio, giornata durante la quale la donna offre del cioccolato all’uomo che ama, cioccolato che deve essere rigorosamente scuro, fondente. Se l’uomo è interessato alle attenzioni della donna, un mese dopo, il 14 marzo (il cosiddetto White Day), ricambierà con del cioccolato bianco e magari pronunciando un bel Kimi o aishiteiru. Valgono anche dolci, fiori pelouche, basta che siano chiari. Inutile aggiungere che la festa del cioccolato è stata istituita alla fine degli anni 70 dall’industria dolciaria. 

Pronuncia Wo ai ni: ti amo in cinese
In Cina, notoriamente l’amore si prova tanto ma si esprime poco. Eppure il giorno di San Valentino sta diventando una festa sempre più famosa anche in Cina. Addirittura sta soppiantando la tradizionale celebrazione del Festival del Doppio Sette che si svolge in agosto, festa durante la quale, più che celebrare l’amore tra fidanzati, sono le ragazze che festeggiano e pregano di trovare l’amore della loro vita per pronunciare tanti accorati Wo ai ni

Pronuncia Ti amo: ti amo in italiano
E finiamo con Ti amo, l’espressione più bella del mondo, quella che tutti sognano di sentirsi sussurrare dalla persona amata. Eppure un semplice ti amo può diventare difficile, quasi impossibile, da pronunciare. Il motivo? Pronunciare ti amo, in Italia, spesso significa impegnarsi, fare le cose sul serio: da una relazione spensierata, si passa a una cosa seria. Bisognerebbe rilassarsi invece e dire ti amo ogni volta che sentiamo quell'impulso, quello slancio che ci fa desiderare di stare per sempre con la persona che amiamo. Certo, l’amore non è eterno, questo si sa, ma dovremmo vivere come se lo fosse. Dopotutto, domani è un altro giorno.   

Condividi su

Trova il nome difficile da pronunciare

Iscriviti alla newsletter

Seguici su

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie. Se procedi con la navigazione e ascolti le pronunce, acconsenti all’utilizzazione. Accetto Ulteriori Informazioni